LAME ROSSE DOMENICA 21 LUGLIO 2019

 

VIDEO DI FABRIZIO CAPOTOSTI

 

Nel Comune di Fiastra, tra il monte Fiegni e il monte Petrella, visiteremo le Lame Rosse.

Uno scenario spettacolare, di lame, pinnacoli, torri, realizzato dal lento lavoro erosivo degli agenti atmosferici che, proprio in questa zona, hanno ricreato un piccolo canyon americano.

Un paesaggio quasi marziano, totalmente roccioso e di colore rosa, frutto di una lenta opera di sedimentazione iniziata circa 115 milioni di anni fa, quando queste zone erano ancora ricoperte dal mare.

Giunti in prossimità della diga del lago di Fiastra, attraverseremo la stessa e percorreremo il sentiero E2 335 che porta alle Lame. Da qui proseguiremo la nostra escursione lungo il sentiero E2 335 addentrandoci in un fitto bosco, in direzione della Grotta dei Frati, così chiamata poiché, sin dai primi secoli del secondo millennio, fu abitata da comunità di frati eremiti (prima benedettini, poi francescani dell’orine dei Clareni).

All’interno si può visitare una cappella, in stile romano gotico, risalente al 1234 d.C., che venne intitolata da prima a Sant’Egidio e, successivamente, a Santa Maria Maddalena de Specu.

Un luogo di ritiro spirituale ma al tempo stesso anche difensivo, completamente immerso nella folta vegetazione di questi luoghi e che rimase attivo sino ai primi anni del 1600.

Continueremo lungo il sentiero che ci condurrà sino al letto del fiume Fiastrone e, risalendo lungo la sponda opposta, imboccheremo il sentiero 341 sino all’Abbazia di San Salvatore.


0 Comments

Lascia un commento

^ Torna in alto