Se viaggiare è un po’ come sognare, che il sogno abbia inizio……. Narni… Le Mole l’Abbazia e i Sotterranei

Se viaggiare è un po’ come sognare, che il sogno abbia inizio…….

1 luglio 2018

Narni… Le Mole l’Abbazia e i Sotterranei

Alla scoperta della bellezza terrena e di luoghi magici e ancestrali pieni di suggestioni.

 

Articolo a cura di Patrizia Bosi

Un angolo di Paradiso, un pezzettino di Umbria per tutti coloro che amano fare trekking: Le Mole.

E’ proprio lì che andremo al mattino, dove si trovano le Gole del Nera, in cui la natura, la cultura e la storia si incontrano da oltre duemila anni

in un’atmosfera unica.

Una stretta valle in cui scorre il Nera, con resti di vecchi mulini e acque trasparenti di un colore cobalto straordinario: un’atmosfera sospesa e quasi misteriosa.

Percorreremo l’antica tratta ferroviaria dallo Scalo a Nera Montoro, toccando Stifone, con i resti dell’Antico e strategico porto romano e del cantiere navale che testimoniano l’antica navigabilità del Tevere e del Nera, il bacino delle Mole, Ponte d’Augusto, Mulino Eroli, l’abbazia di San Cassiano e le sorgenti del Lecinetto.

Il tragitto è lungo circa 5 chilometri e tocca le principali attrattive turistico-naturalistiche e religiose della zona, recuperando anche le vecchie gallerie della tratta ferroviaria, illuminate con fotocellule che si attivano al passaggio delle persone.

Il pomeriggio andremo alla scoperta della Narni sotterranea che conserva un tesoro di valore inestimabile.

La visita nei Sotterranei non è una visita convenzionale.

Si parla di una storia iniziata secoli fà con l’istituzione del Sant’Uffizio.

Unica nel suo genere, la Stanza dei Tormenti, così chiamata perché vi avevano luogo gli interrogatori del Tribunale dell’Inquisizione, che documenta con dei graffiti sulle pareti, le sofferenze patite dagli inquisiti, uno dei quali ha voluto lasciare un messaggio attraverso un codice grafico, con simboli alchemico massonici non ancora completamente decifrati.

I recenti scavi archeologici, hanno portato alla luce una cripta del XII sec. e l’abside dell’antica chiesa di Santa Maria Maggiore, un tempo cattedrale di Narni.

 

 

 

Per informazioni contattare Sig.ra Patrizia Bosi 333 454 5135  


0 Comments

Lascia un commento

^ Torna in alto