Il caffè più buono che mai!!!

Il caffè più buono che mai!!!

Prova escursione di Enrica, al lago Duchessa, Abruzzo, uno dei sentieri più magici mai percorsi. Alle casette dei pastori c’è quella di Amerigo, un abruzzese doc che fa il pastore da sempre e ancora alla vecchia maniera. Saliamo su…

Ma lui non c’è, abbozzata la delusione prendiamo acqua alla sua fonte e giriamo i tacchi.

Poi vediamo scendere dal sentiero un uomo, con due cani… Sarà lui? Ci avviciniamo e lui ci stringe la mano cordialmente presentandosi… (Mani grandi) un caffè ragazze? Ma certooo non aspettavamo altro!

Ci sediamo al suo tavolo, un tavolo lungo per accogliere gli escursionisti. Ottimo caffè corretto con sambuca! Inizia a raccontarci un po’ di se.. Occhi sinceri…

Lui parte da Avezzano, alle due di notte, a piedi fino al recinto del gregge non molto vicino. Munge le pecore e via a piedi fino a Cartore… 23 km… Poi torna a casa fa una doccia e cena… Il giorno dopo, il 2 giugno (quest’anno ha tardato per il maltempo ) da Cartore sale al lago Duchessa passando per Val di Fua…”

E le pecore nella strettoia sulle rocce? Si tengono alla catena? “Le pecore salgono bravissime dritte e ordinate in fila Indiana, piano pianino fino alla cima”.

Io: “certo che quassù tu stai una pace santa!!!”

E Amerigo cambia sguardo che diventa lucido, “ma sai io ci sto bbene quassù, sto bene in questo posto e con me stesso, ma questo periodo sto a” 300″…sai mi hanno avvelenato i cani 10 giorni fa… OTTO cani mi hanno ammazzato”!!!!

Anche Fulvio, che da come ne parla era il suo preferito, si capivano al volo. Noi scioccate… E lui: “ma mica è la prima volta che lo fanno” … Altrettanti cani altre due volte qualche anno fa.

Non si può capire come le persone possano farlo.

E mentre noi commosse dai suoi occhi che trasparivano il dolore… Lui ci dice che la gravità della cosa diventa un catastrofe ambientale…

Perché i grifoni, specie protetta di rapaci che si nutrono di carcasse di animali morti, se mangiano un cane avvelenato muoiono pure loro, che invece svolgono una funzione importante di pulitori…

Togliendo di mezzo carcasse che imputridiscono creando pericolo del diffondersi di malattie.

Ma non basta… Ad Amerigo tagliano, rubano le piante che porta alla sua casetta, non è riuscito a lasciar crescere piante tranne una vicino la casa…

La domanda nasce spontanea perché???? Supposizioni poco simpatiche ma verosimili. Un uomo buono, generoso, d’altri tempi, che ha superato e supera difficoltà già senza bisogno che altri possano metterci lo zampino.

“e i tuoi figli? Ti seguono o aiutano in questo lavoro? “… No e come fanno? Non possono…

E ci butta giù una serie di numeri, che tra il più e il meno esce fuori che la sua è pura passione, perché quella è la sua vita e altro non vuol fare! E il parco? Cosa fa? Lui vorrebbe più sostegno dai gestori della riserva….piu manutenzione.. Perché lui ama quel posto ne conosce ogni pietra ogni filo d’erba…

E passa quattro mesi all’anno lassù… preparando formaggio da vendere ai passanti e ricotta e da REGALARE ai fortunati come noi, offrendo caffè o pranzo con bicchier di vino, pasturando il suo gregge con i suoi amati cani, serenamente, se glie lo lasciassero fare…

Articolo Delia Antonelli


0 Comments

Lascia un commento

^ Torna in alto